RSS

Notizie

Barovier&Toso per il Vaticano -giovedì 6 settembre 2018

In occasione della prima partecipazione del Vaticano alla Biennale di Venezia con un proprio padiglione, alle 14.30 del 21 settembre al Teatro delle Tese Cinquecentesche dell'Arsenale di Venezia si terrà una tavola rotonda con tre importanti architetti internazionali: Stefano Boeri, Mario Botta e Matthias Sauerbruch che discuteranno sul ruolo delle città nella vita dell'uomo.
Alle 18.30, alla Basilica di San Giorgio Maggiore dove si trova il padiglione del Vaticano, il violinista Fabrizio Von Arx suonerà il violino Stradivari "Madrileno" del 1720.
Una speciale cena di beneficienza riservata a ospiti selezionati concluderà la serata di celebrazione di questo importante appuntamento.

Barovier&Toso è sponsor dell'iniziativa, a conferma dell'affinità che da sempre esiste con il mondo dell'arte.

Salone del Mobile 2018 - xLux -domenica 22 aprile 2018

Si è concluso il 21 aprile il consueto appuntamento annuale con la settimana del design di Milano, durante la quale Barovier&Toso ha partecipato per la prima volta a una kermesse di tutto rispetto: "xLux", l'area all'interno del Salone del Mobile riservata alle aziende del lusso.

In un piccolo stand curato nei minimi dettagli, dove si toccava con mano la nuova immagine dell'azienda, Barovier&Toso ha esposto i prodotti delle nuove collezioni 2018: un’affascinante varietà di nuove lampade, nate dalla reinterpretazione di oggetti della tradizione con uno straordinario lavoro di ricerca creativa e tecnologica che ha dato luogo a delle opere di maestria assoluta, nel pieno rispetto delle tecniche e delle forme.

Lo stand era caratterizzato da un percorso volto alla scoperta, alla ricerca e alla conoscenza del prodotto, che era esibito senza essere subito completamente svelato. Un allestimento attento, misterioso e dedicato agli amanti dello straordinario, delle forme perfette e della tradizione senza tempo. Un videowall sulla parete frontale metteva in scena lo scorrere dell’acqua, simbolo di Venezia e strumento fondamentale nella creazione del vetro soffiato mentre le pareti e il pavimento total black ne facevano una dimensione nobile e perfetta per far vivere l’esperienza della luce in modo unico, romantico e intimo.

Durante il Salone del Mobile 2018 conclusosi il 21 aprile, Barovier&Toso ha partecipato in veste di partner e sponsor principale a "MonteNapoleone Design Experience 2018": un evento lungo una settimana organizzato nel distretto del lusso di via Monte Napoleone, durante il quale il pubblico internazionale di passaggio e i frequentatori abituali della famosa strada milanese poteva vivere un'esperienza completamente nuova e farsi stupire da installazioni meravigliose.

Barovier&Toso ha costruito per l'occasione una vetrina gioiello, una grande scatola nera adagiata sul suolo della via contraddistinta da sottili tagli trasparenti che permettevano al passante di avvicinarsi e scoprire qualcosa di ignoto e misterioso fino a qualche istante prima: un grande lampadario di vetro di Murano, adornato di luccicanti rostrati, sembrava levitare sopra una distesa di acqua increspata dalle onde che rappresentava l'acqua della laguna di Venezia - così importante per un'arte antica come la fusione del vetro che da settecento anni Barovier&Toso coltiva e tramanda di generazione in generazione. 

Il lampadario Venezia 1295 è rimasto per una settimana a farsi spiare da migliaia di passanti incuriositi da questa strana installazione, che appoggiavano le mani sul vetro della scatola per ripararsi dalla luce diurna e poter scorgere meglio un'opera che lascia con il fiato sospeso. 

 

Casa WWTS - Milano Design Week 2017 -lunedì 24 aprile 2017

Quasi 1000 metri quadrati a disposizione nel cuore di Milano a soli 300 metri dal Duomo: Palazzo Giureconsulti, di proprietà della Camera di Commercio di Milano, è uno dei palazzi più storici di Milano la cui costruzione iniziò nel 1562 e che si affaccia sull’antica piazza dei Mercanti, centro topografico della Milano medievale e cuore delle attività economiche e sociali di quei tempi.
Un vero e proprio spazio espositivo, dove quest’anno Barovier&Toso ha allestito un gigantesco lampadario veneziano immerso in una incantevole pioggia di fiori, installato nella sala principale del Palazzo dove gli ospiti vengono intrattenuti nelle serate conviviali.
Un successo di pubblico ancora una volta molto soddisfacente.

Euroluce 2017 -lunedì 24 aprile 2017

Calvi&Brambilla hanno realizzato per Barovier&Toso un allestimento multimediale dove il fuoco è stato il protagonista indiscusso.

Sette enormi nicchie tondeggianti offrivano alla vista dall’esterno solamente la schiena, un gigantesco schermo su cui scorrevano immagini di fiamme danzanti evocative della genesi del vetro, e solleticavano la curiosità del visitatore invitandolo a entrare. Ciascuna nicchia accoglieva al suo interno una nuova collezione su una quinta di drappi bianchi, come un prezioso scrigno di gioielli, e tutte insieme accompagnavano il visitatore in un percorso-non-percorso totalmente libero e fluido, privo di ogni vincolo di direzione, in un’esperienza di scoperta completamente autonoma.

Casa WWTS - Milano Design Week 2016 -domenica 24 aprile 2016

Quasi 1000 metri quadrati a disposizione nel cuore di Milano a soli 300 metri dal Duomo: Palazzo Giureconsulti, di proprietà della Camera di Commercio di Milano, è uno dei palazzi più storici di Milano la cui costruzione iniziò nel 1562 e che si affaccia sull’antica piazza dei Mercanti, centro topografico della Milano medievale e cuore delle attività economiche e sociali di quei tempi.
Questa la nuova location scelta da WWTS per ospitare "Casa WWTS" alla Milano Design Week 2016.
Un vero e proprio spazio espositivo, dove il design di venti grandi aziende dell'arredamento e dell'illuminazione si presentava come primo protagonista offrendo ai visitatori la possibilità di ammirare prodotti ed installazioni d’avanguardia: dall’illuminazione agli imbottiti e ai mobili da giorno, alle cucine e cabine armadio fino ai rivestimenti e le porte.
Barovier&Toso ha allestito la sala principale dell'evento, con due grandi installazioni: una cascata di elementi in vetro soffiato di forma irregolare, trasparenti e bianchi (Hanami) e un insieme di lampadari Pigalle dal vetro pesante ma dall'aspetto leggiadro.
Settecento ospiti al giorno, un grande successo. Anche grazie alle degustazioni enogastronomiche, sempre particolarmente curate.

Dal 12 al 17 aprile 2016, al Superstudio Più di via Tortona, in uno spazio di mille metri quadrati Paola Navone ha ricostruito per Barovier&Toso un villaggio composto da cinque yurte, le tradizionali abitazioni mobili utilizzate dai mongoli durante le loro transumanze, che accolgono i visitatori per un viaggio-non-viaggio tra le colorate abitudini dei popoli dell’Asia.
In questo palcoscenico, in perfetto equilibrio tra fisicità e immaterialità, Paola Navone è riuscita a conciliare mondi anche molto distanti e a deformare, accumulare, sovrapporre e mescolare il vetro ad altri materiali primari: immagini, colori e profumi fusi e stemperati in atmosfere oniriche, tra l’olfatto e la memoria, giocando con l’immaginario.

Le cinque yurte del villaggio rappresentavano paesaggi e scenari provenienti da ogni parte del globo, ognuno con un leitmotiv e un colore differente. Si sono esplorati luoghi, territori e spettacoli naturali ed umani attraverso il vetro, materiale flessibile dotato di una capacità evocativa prodigiosa. Si è parlato di deserti, di avventure di esploratori, di sogni di libertà, di spazi esotici. Si è narrato del viaggio nelle sue diverse dimensioni, geografiche e mentali, dello spazio e del tempo, del viaggio come emozione.

Un racconto che ha celebrato la tradizione e l’eccellenza di una azienda storica che da 700 anni è capace di innovare un materiale – il vetro – facendolo contaminare dalle culture più diverse per adattarlo ad ogni epoca, uso e moda.

Euroluce 2015 -lunedì 27 aprile 2015

Il 2015 segna un altro grande successo nella storia di Barovier&Toso: la più importante fiera dell'illuminazione - Euroluce - è giunta al termine con uno straordinario riscontro da parte del pubblico, che ha particolarmente apprezzato le novità proposte all'interno dello stand al Padiglione 9 progettato dagli architetti Fabio Calvi e Paolo Brambilla intorno al tema portante del dialogo tra la luce ed il drappeggio. Sinuosi panneggi, corpose cascate di colore, ricchi sipari di morbide stoffe erano il contrappunto alle numerose novità: presenze decise, deputate a caratterizzare fortemente ciascun ambiente, a disegnare volumi, ad interpretare la luce attraverso l'irregolarità ed il fascino dei drappeggi. Un'accogliente dimensione studiata per vivere l'esperienza della luce in modo unico ed intimo.

In un percorso immerso nel nero, grandi palcoscenici bianchi ospitavano i lampadari di Marcel Wanders, di Chiaramonte Marin, di AI Group e degli stessi Calvi e Brambilla, tutti oniricamente abbinati a tessuti di speciale fattezza e colore appositamente acconciati per esaltare luce ed ombra. Non potevano mancare alcuni dei lampadari più apprezzati ed una nuovissima installazione firmata Barovier&Toso.
L'area relax, leggermente appartata e con luci soffuse, invitava al riposo sotto uno sfolgorante lampadario Taif in oro di quasi tre metri di altezza.

“E' nostro dovere essere maghi, giullari, alchimisti, per creare speranza dove c’è solo illusione, creare realtà dove c’è solo sogno…”. Così Marcel Wanders introduce il progetto realizzato per Barovier&Toso in occasione del Fuori Salone di Milano, dal 8 al 13 aprile 2014. Un’installazione frutto della fantasia – fantasy, in gergo cinematografico – che ci porta per mano in un mondo incantato e pieno di sorprese, che è proprio delle favole e della magia. Dove ogni cosa è se stessa e il suo contrario, perché si muove secondo leggi imprevedibili e quasi miracolosamente prende vita.

Teatro dello spettacolo – perché di un vero spettacolo si tratta – i Chiostri della Basilica di San Simpliciano, che per l’occasione si sono trasformati in una corte delle meraviglie popolata da lampadari atomizzati e ricomposti con fattezze antropomorfe: un rimescolamento di forme che sorprende e sconcerta, perché va oltre l’immaginazione e sfida le più banali leggi della fisica. 
Protagonisti di questa straordinaria rappresentazione, burattini e ballerine: gli uni, novelli Arlecchino con volti di ceramica e corpi di vetro mossi da invisibili Mangiafuoco, hanno abitato il chiostro minore adiacente la Chiesa; le altre, eleganti e leggiadre nella loro maestosità, piroettavano sullo straordinario palcoscenico che è lo scalone monumentale del palazzo. Nel mezzo, lampadari rotanti e pendoli invertiti che si muovevano lenti in un moto perpetuo.
Sculture di luce che ci raccontano come l’emozione sia, di fatto, un movimento (dello spirito) che Barovier&Toso cristallizza da più di settecento anni nelle sue creazioni.

Euroluce 2013 -domenica 14 aprile 2013

L'evento più importante dell'anno nel mercato dell'illuminazione - Euroluce - si è concluso con grande soddisfazione per Barovier&Toso: sono stati moltissimi i visitatori che hanno ammirato le nuove proposte di lampade e lampadari e sono rimasti affascinati dall'evocativo percorso che caratterizzava il grande stand E19 al padiglione 9 alla Fiera di Milano.
Un percorso ideato da Fabio Calvi e Paolo Brambilla Architetti, ispirati dalle vecchie "blueprint" con le quali hanno giocato ad ambientare tutte le novità del 2013 e alcuni dei masterpiece che non possono mai mancare.

Il caratteristico blu klein - in continuità con gli eventi del recente passato - la faceva da padrone fin dall'ingresso, dove l'installazione Cosmos (un'idea di Fabio Calvi e Paolo Brambilla) invitava ad entrare per iniziare un viaggio emozionante tra i colori e le luci di Windsor, Kensington, Twins, Pandora, Pigalle, Exagon, Colimaçon, Tangeri, Taif, Domo Maine: lampadari e sospensioni dai nomi esotici che spiccavano con la loro eleganza ed armonia.

Al centro dello stand, un'ammiratissima e fotografatissima installazione di Liuk sovrastava l'area relax dove il visitatore poteva concedersi qualche minuto di sosta e recuperare la Forza per proseguire.