archivio-storico.jpg

1295

Enlightening Uniqueness

Barovier&Toso

In sette secoli di storia abbiamo visto mode andare e venire. Alcune minimaliste, altre più barocche, ma tutte ugualmente prese ad inseguire il tempo che passa, nella disperata ricerca del “nuovo”.
A Venezia il tempo, invece, scorre lento. Non c’è fretta, solo tempo e spazio necessari per affinare un’arte. Così, abbiamo deciso di prenderci il nostro tempo, per fare qualcosa di unico e originale. Qualcosa che possa durare per sempre. Qualcosa che vada oltre il fascino effimero di una stagione. Ci vuole forza per plasmare il vetro dalla sabbia e dal fuoco. Ci vuole pazienza per arrivare alla forma perfetta senza compromessi e ci vuole cuore, tanto cuore, per portare una  tradizione leggendaria di illuminazione di lusso fino ai giorni nostri, in un perfetto equilibrio tra passato, presente e futuro. Ma ancora una volta possiamo permetterci il lusso del tempo.

E forse, anche voi.

IL VALORE DI UN MATERIALE UNICO

Il Cristallo Veneziano

Le creazioni Barovier&Toso sono opere uniche, in Cristallo Veneziano soffiato a bocca e realizzate a mano da maestri vetrai di Murano, depositari di una tradizione secolare che solca la storia da generazioni.
È ad Angelo Barovier che si deve l’invenzione di una rivoluzionaria formula che permise di ottenere un materiale inedito, dalle straordinarie caratteristiche di estrema trasparenza e brillantezza. Fu con decreto della Repubblica di Venezia, intorno al 1455, che Angelo Barovier ottenne addirittura l’esclusiva nella produzione del “Cristallo Veneziano”.

Ciò che ancora oggi rende unica quella ricetta materica, giunta fino a noi e ulteriormente perfezionata, è la totale assenza di piombo e arsenico. Questo distingue il nostro Cristallo Veneziano da qualunque altro cristallo in commercio e rende la tecnica del cristallo soffiato, come anche tutto il processo produttivo, eseguibile in totale sicurezza da parte dei maestri vetrai. Il Cristallo Veneziano è un materiale unico, sostenibile e sicuro, capace di dar forma ad opere di grande valore artistico, le creazioni Barovier&Toso.
Tutti gli elementi in cristallo veneziano sono realizzati nelle nostre fornaci di Murano mentre le strutture ed i componenti sono tutti realizzati in Italia e sono il risultato di un intenso impegno creativo.
Barovier&Toso ne certifica autenticità e originalità.

LA FORNACE

L'Arte del Cristallo

Il nostro cristallo veneziano ha un tempo molto lungo di lavorazione che inizia con la preparazione della partìa nel pomeriggio, dura per tutta la notte con la cottura, prosegue per la giornata successiva in cui il maestro lo lavora e giunge con il raffreddamento e le rifiniture a freddo alla terza giornata. Un ciclo che si ripete ininterrottamente.

Ogni pomeriggio viene preparato l'impasto secco, quello che si chiama partìa, ovvero la miscelazione a freddo delle sabbie e delle polveri che servono alla produzione del tipo di vetro programmato per il giorno dopo all’interno della fornace.

In fornace tutte le operazioni vengono eseguite da uno o più gruppi operativi che elaborano il pezzo dalla prima levata, cioè dall’estrazione del primo elemento in vetro per la lavorazione, fino a che il pezzo finito (per quanto riguarda la lavorazione a caldo) viene posto nel forno di raffreddamento. 
Questa unità operativa prende il nome, a Murano, di piazza ed è formata da un numero variabile di persone, in funzione del ritmo di lavoro e del tipo di prodotto che si deve ottenere.
La piazza è guidata da un maestro vetraio che è assistito da un servente, suo primo aiutante, da serventini e da garzoni.
Il maestro opera e lavora usando ancora oggi strumenti antichi, codificati dall’uso, tanto semplici da essere essenziali, inalterabili nel tempo: canne, pinze, forbici, compassi e dime.

Molte lavorazioni le realizza a mano volante (mano libera) ma spesso la soffiatura avviene anche con l’ausilio di stampi di legno o ghisa oppure il vetro viene colato all’interno di maschere di contenimento per la realizzazione del vetro in piastra.
Il pezzo finito è ancora molto caldo, intorno ai 400°/500° ma già molto rigido e viene trasferito nel forno di raffreddamento da cui uscirà completamente detensionato pronto per subire nuove lavorazioni a freddo.
A questo punto il vetro esce dall'area più strettamente detta di fornace ed entra nel reparto più specifico della moleria dove, con mezzi meccanici molto semplici, viene scalottato, rifinito, lucidato con seghe e mole. 
Infine, il pezzo segue il suo destino al lavaggio, al controllo qualità, al premontaggio, all’imballo ed infine alla spedizione.

Bespoke

Ci sono oltre 700 anni di sartorialità Made in Italy in tutto ciò che creiamo. Un “savoir faire” che si svela nella realizzazione di tutti i nostri prodotti, ognuno dei quali ha una sua storia distintiva.

Scopri di più

Showroom

Concentrando gli investimenti sui nostri monomarca, abbiamo puntato in modo forte su quelli che sono, per antonomasia, i biglietti da visita del brand e abbiamo scelto di raccontarci in modo diretto, incondizionato ed attuale.

Scopri gli Showroom